La casa nel bosco

Dopo l’escursione a San Pietro di Feletto l’associazione Strada Facendo non ha perso tempo ed ha organizzato un’altra interessante escursione di Nordic Walking che aspettavo da tempo…

Dopo sei chilometri di camminata abbiamo fatto visita ad una casa immersa in un bosco a Salgareda, sulle rive del Piave.

La casa nel bosco dove hanno abitato Goffredo Parise e Giosetta Fioroni

La casa apparteneva a Goffredo Parise, giornalista, saggista e scrittore, che vi soggiornò per alcuni anni con la sua amata Giosetta Fioroni, artista romana, preziosa testimone di un’epoca feconda di genialità creativa e unica donna, con Angeli, Festa, Schifano, a far parte della Scuola di Piazza del Popolo.

Goffredo Parise e Giosetta Fioroni

Giosetta e Goffredo

Appena arrivati siamo stati accolti da un gruppo di volontari, gentilissimi, che per l’occasione hanno aperto al nostro gruppo i cancelli della casa e ci hanno dissetato con dell’acqua bella fresca. Non solo. Alcune bibliotecarie hanno letto dei brani tratti dalle sue opere, in particolare dai Sillabari, che Goffredo scrisse in questa residenza negli anni ’70.

La casa, ora privata, appartiene a Enzo LorenzonMoreno Vidotto che hanno deciso di tenerla aperta al pubblico in ricordo del grande scrittore (fossero tutti così!!!).

Opera di Giosetta Fioroni

Un’opera di Giosetta Fioroni ispirata alla casa nel bosco

L’interno, elegante nella sua semplicità, emana una certa intimità e penso che anche se Goffredo sia morto prematuramente ci sono tante persone che mantengono viva l’attenzione e l’amore per lui e i suoi scritti.

camino

Un ringraziamento a Francy Guitar per l’utilizzo delle foto in questo post (stavolta la macchina fotografica l’avevo lasciata a casa!).

E se volete vedere il percorso fatto a piedi cliccate qui.

Ciao, alla prossima!


Arte e sport con il Nordic Walking

Tic tac tic tac… è con questo tichettio che sono venuta a conoscenza di un’attività fisica particolarmente bella.

Sotto casa mia, in restera, sentivo arrivare da lontano dei gruppi di cammino forniti di bastoncini e mi chiedevo cosa stessero facendo.

Navigando in internet ho scoperto che si trattava del Nordic Walking ovvero una camminata nordica che dalla Finlandia si è diffusa negli ultimi anni in tutto il mondo. Così mi sono iscritta all’associazione Strada Facendo e terminato il corso (eh si sono stata promossa:-)  partecipo il fine settimana a qualche escursione.

Questa domenica mattina abbiamo avuto un’uscita speciale a San Pietro di Feletto e poiché il gruppo di una cinquantina di persone era numeroso ci hanno accompagnato addirittura tre istruttori: Ketty, Elena e Pasquale.

Ma prima di partire per l’escursione Marco Goldin, marito di Ketty, conosciutissimo per le mostre di Linea d’ombra (e non ha bisogno di presentazioni) ci ha illustrato la storia della Pieve di San Pietro, una delle più antiche della marca trevigiana, e dei preziosi affreschi interni.

Eccoci qui ad ascoltarlo, non volava una mosca.

Poi abbiamo proseguito con l’escursione di 10 chilometri circa che si snodava tra i vigneti (soprattutto del vitigno prosecco) colorati dal fiore giallo del tarassaco, poi su e giù per le colline, attraversando piccoli torrenti e passando tra rocce altissime e i boschi di robinie e castagni… insomma un paesaggio così variegato che mi sono resa conto di quanto poco conosca il mio territorio.

n-pola

3-pola

Ketty e Marco hanno fatto proprio una bella accoppiata: prima ci hanno deliziato con l’arte e poi stremato con una vigorosa camminata!

2-pola

Arrivederci alla prossima escursione!